• n. 13 del 27 novembre 2022

    Io non so come,
    la notte è lunga e il tempo un mostro,
    ma so che verrà l’alba
    e la vita degna sarà in ogni uomo,
    e la terra non tremerà più
    e la stella di Betlemme
    ci ricorderà per sempre che Cristo
    è veramente nato per tutti gli uomini.
    Io non so come,
    la guerra è sulla terra
    e il male sconvolge la creazione,
    ma so che verrà l’alba
    e ogni uomo avrà il suo pane
    e ogni uomo sulla spiaggia
    riconoscerà che Cristo mangia pesce 
    e parla con lui.
    Io non so come,

  • n. 12 del 20 novembre 2022

    Gesù, ti prego, ricordati di me.
    Ricordati di noi quando arriveremo nella tua casa.
    Ricordati soprattutto di chi oggi ti deride e ti insulta.
    Ricordati di chi si è allontanato da te o ti ha dimenticato.
    Aiuta tutti noi a trovare nella nostra vita quotidiana 
    i segni della tua presenza 
    e soprattutto aiutaci a rispondere, come ci hai insegnato tu, 
    con amore, anche a chi ci fa del male.
    Aiutaci ad accogliere tutti nelle nostre Case, 
    quelle fatte di mattoni 
    ma soprattutto quelle fatte di gesti di affetto e vicinanza.
    A.

  • FAMIGLIE GIOVANI

    Sabato 19 novembre, il gruppo si incontrerà on line per andare incontro alle diverse difficoltà di questo periodo degli sposi.

  • n. 11 del 13 novembre 2022

    Padre, il tuo amore ci inonda e ci spinge ad irradiarlo.
    Oggi, giornata mondiale dei poveri, 
    fortemente voluta da Papa Francesco, 
    noi della San Vincenzo parrocchiale, 
    l’abbiamo desiderata con entusiasmo
    e ci siamo attivati per condividere il pranzo 
    in compagnia con i nostri amici e fare festa.
    Ma chi è il povero ?
    E’ colui che ha accolto il nostro aiuto 
    e ci avvolge con il suo sorriso, come una coperta che scalda il cuore.
    Sei tu Gesù, che ti sei fatto povero per noi!
    Donaci, di essere perseveranti nella fede, 

  • n. 11 del 13 novembre 2022

    Padre, il tuo amore ci inonda e ci spinge ad irradiarlo.
    Oggi, giornata mondiale dei poveri, 
    fortemente voluta da Papa Francesco, 
    noi della San Vincenzo parrocchiale, 
    l’abbiamo desiderata con entusiasmo
    e ci siamo attivati per condividere il pranzo 
    in compagnia con i nostri amici e fare festa.
    Ma chi è il povero ?
    E’ colui che ha accolto il nostro aiuto 
    e ci avvolge con il suo sorriso, come una coperta che scalda il cuore.
    Sei tu Gesù, che ti sei fatto povero per noi!
    Donaci, di essere perseveranti nella fede, 

  • n. 10 del 6 novembre 2022

    Ti cerco Signore
    E nella tua Parola trovo la speranza,
    Ti cerco Signore
    E nelle persone a Te vicine 
    trovo la gioia di averTi incontrato,
    Insegnami a non smettere di desiderare l'incontro con Te 
    e dammi il coraggio di portare novità dove c'è sconforto, 
    vicinanza a chi si sente solo 
    e la speranza della resurrezione a chi vive nel dolore.
    Amen
    Anna
     

  • n. 9 del 30 ottobre 2022

    Li abbiamo visti crescere accanto a noi, Signore,
    ma in realtà Tu ci hai fatto crescere con loro.
    Hai guidato i nostri timidi passi nell’aiutare i nostri ragazzi
    a fiorire nel Tuo giardino.
    Eccoli, davanti a Te, 
    pronti a confermare la loro fede e a ricevere il Tuo Spirito.
    Signore, fai ardere i loro cuori,
    così che possano diventare testimoni della Tua parola
    e portatori della Tua gioia.
    Signore,
    che il Tuo amore diventi il loro amore:
    che tendano la mano a chi è povero,
    che sorridano a chi è solo,

  • n. 8 del 23 ottobre 2022

    Signore, la tua presenza mi è maestra.
    Mentre ti parlo capisco che mi stai ascoltando e accogliendo 
    così come sono, coi miei limiti di espressione. 
    Mi sento guardata, in silenzio, con tenerezza e pazienza.
    Sento, Signore, che non mancherai di aiutarmi. 
    Il tuo è un silenzio attento. 
    Devo smettere di avere dei dubbi; 
    perché ho delle aspettative che non si realizzano. 
    Sono la mia volontà senza l'ascolto di te 
    del tuo disegno di vita e del mio posto in essa.
    A volte il mio credo in te suona vuoto.
    Abbi pietà di me.

  • n. 7 del 16 ottobre 2022

    Signore,
    Tu mi chiedi di pregare sempre, senza stancarmi, 
    ma in questo periodo così buio ed angosciante, 
    la preghiera che mi viene dal cuore è una sola.
    Signore,
    non vorremmo più vedere case e palazzi incendiati.
    Non vorremmo più vedere nei cieli, aerei carichi di bombe.
    Le donne non devono più piangere 
    per le morti dei loro figli o dei loro mariti.
    Nessuno deve più morire per la guerra.
    Nessuno.
    Vogliamo la pace, non la guerra.
    Signore tocca il cuore e la mente dei potenti della terra 

  • n. 6 del 9 ottobre 2022

    Difficile o fortunata che sia la nostra vita, 
    spesso ci dimentichiamo di essere riconoscenti verso il nostro Creatore 
    e ringraziarlo per tutto ciò che ci ha donato e ci dona.
    Spesso preghiamo il Signore con insistenza 
    perché ci aiuti a sopportare i pesi che la vita ci impone
    e siamo tenaci nel reiterare le richieste di aiuto; 
    nello stesso modo però dovremo essere grati e ringraziarlo
    per la situazione nella quale ancora viviamo nonostante le difficoltà.
    La preghiera di ringraziamento 

  • Pagine