• n. 13 del 1 dicembre 2019

    Oggi, è tempo di svegliarci,
    di aprire occhi, orecchie, bocca e cuore
    per preparare il Suo arrivo:
    accogliere il povero, consolare l'affranto,
    dare speranza al disperato,
    dare ascolto all'abbandonato, dare voce al fragile.
    Oggi, è tempo di scegliere la via della Luce.
    Oggi, è tempo di chiedere Pace per i nostri fratelli e amici.
    Dio Padre, rendici capaci
    di lasciarci sconvolgere la vita da Te per vivere di carità.
    Anna

  • n. 12 del 24 novembre 2019

    GESU' NAZARENO RE DEI GIUDEI 

  • n. 11 del 17 novembre 2019

    Violenza, paura, odio, ingiustizia.
    Impossibilità di vedere l’altro
    come amico e non come nemico.
    Impossibilità o volontà?
    La capacità di scelta
    è un grande opportunità che ci viene data.
    Tante strade ci vogliono portare distanti da te e dai fratelli.
    Signore aiutaci ad essere coraggiosi e perseveranti
    nel seguire te,
    nostro sole di giustizia.
    GV

  • n. 10 del 10 novembre 2019

    Signore, in questi giorni la nostra comunità festeggia,
    uscendo dalle nostre case per ringraziarTi;
    per i frutti della terra, doni tangibili
    del tuo prenderti cura di noi insieme a noi,
    e per tuo figlio Martino che, con la sua umilità e vicinanza al povero,
    ci ricorda il nostro compito sulla Terra: amarsi.
    Abbiamo molto per gioire e spesso ce ne dimentichiamo,
    sottolineiamo a noi e agli altri le mancanze che vediamo.
    Ti prego Signore
    aiutami a pensare alla mia ricchezza materiale e fisica
    come un dono da condividere

  • n. 9 del 3 novembre 2019

    Signore,
    siamo sempre incentrati su noi stessi:
    le nostre mancanze, i nostri problemi,
    le nostre necessità.
    Siamo piccoli nel nostro pensare solo a noi.
    Ma tu ci dimostri che è possibile cambiare prospettiva,
    è possibile alzarci e farci grandi grazie all'incontro con Te.
    Signore, entra nella nostra casa e vieni a tavola con noi,
    Salvaci dalla nostra piccolezza
    e dacci la forza di cambiare le cose
    e il coraggio per non rimanere in disparte.
    F. e S.

  • n. 8 del 27 ottobre 2019

    Siamo proprio ancora di dura cervice Signore,
    perché è ancora in noi la tentazione
    di sentirsi migliori del proprio fratello,
    del proprio vicino,
    del proprio marito o moglie,
    o amico, o nazionalità.
    Ancora incapaci di riconoscere il proprio limite
    e di essere magari il responsabile del limite dell’altro.
    Aiutami Signore a ricordarmi sempre il mio limite
    e a rispettare quello di chi ho vicino o incontro.
    Benedici sempre le nostre vite e fortifica le nostre relazioni,
    soprattutto in questo giorno in cui

  • n. 7 del 20 ottobre 2019

    Nella mia camera cerco Te Signore
    ma solo se ho bisogno
    o se voglio ringraziarti.
    Tu però mi dici di
    “pregarti sempre, senza stancarmi mai”
    perché la preghiera è un dialogo continuo
    che può convertire ed intenerire i nostri cuori
    e farci vedere determinate situazioni che ci
    sembrano senza speranza, sotto una nuova prospettiva.
    Aiutami, Signore, ad essere continua
    nella mia ricerca di Te
    per migliorare la mia vita
    e per avere un passo in più nel mio rapporto con gli altri.
    LS

  • n. 6 del 13 ottobre 2019

    Signore,
    tu sai andare oltre
    ad ogni assurda e ingiusta emarginazione
    e ti fai vicino ad ogni lebbroso con amore.
    Aiutaci ,
    a provare gratitudine, come quel Samaritano,
    perchè troppo spesso ci dimentichiamo,
    dei grandi doni che ogni giorno riceviamo dal Padre.
    Fa che non ci stanchiamo mai
    di lodarti e ringraziarti per la vita, per le gioie e i dolori,
    perchè anche nella prova sappiamo vedere speranza
    con la certezza che Tu ci sei vicino
    e condividi il nostro cammino.
    V.A

  • n. 5 del 6 ottobre 2019

    Signore, la nostra fede è piccola, debole, fragile,
    perché non abbiamo fiducia in te,
    non ci affidiamo alla tua parola,
    ma vogliamo fare da soli
    confidando solo nelle nostre capacità.
    Le piccole cose che qualche volta riusciamo a fare
    ci sembrano degne di merito e onore,
    dimenticando che senza di te non possiamo fare nulla.
    Donaci la grazia di moltiplicare,
    affinché possiamo scoprire con essa,
    il bene prezioso del tuo aiuto;
    potremo così capire che non dobbiamo pretendere nulla in cambio

  • n. 4 del 29 settembre 2019

    Signore, ci stai chiamando?
    Eccoci.
    Siamo in ascolto, docili alla tua volontà.
    Rendici forti, coraggiosi e costanti
    nella professione della tua Parola.
    Benedici la nostra missione
    che andremo a svolgere con entusiasmo e amore
    verso i più giovani della nostra comunità
    senza dimenticare nessuno
    ed accettando con un sorriso anche l'ultimo arrivato.
    La tua misericordia ci renda disponibili e comprensivi
    e fa in modo che vinciamo la buona battaglia di fede
    verso i dubbi e i pregiudizi.

  • Pagine