• n. 23 del 10 febbraio 2019

    "Padre mio,

    sono qui davanti a Te con la mia stanchezza, le delusioni,

    la paura di sbagliare ancora,

    e così sono "ferma"... sulla "sponda".

     

    Aiutami a non farmi vincere dalla fatica,

    aiutami a difendermi dal male che é in me,

    aiutami a combattere il male che é in me,

    aiutami ad ascoltare solo la Tua voce,

    aiutami a prenderTi sulla mia "barca"

    ... ogni giorno.

     

    Solo questo io vorrei:

    fidarmi di Te,

    per avere il coraggio di lasciare tutto ciò

    che mi impedisce di essere

  • n. 22 del 3 febbraio 2019

    Eccoci, Signore, 
    siamo qui con i nostri ragazzi e tutta la Comunità 
    nel giorno della loro Confermazione.

    Li abbiamo accompagnati in questi anni, 
    a volte con fatica, ma ti ringraziamo perché con loro 
    siamo cresciuti nell'amicizia con Te.

    Oggi ricevono lo Spirito Santo 
    e con esso i doni di sapienza ed intelletto, 
    di consiglio e di fortezza, 
    di scienza e di pietà e con lo Spirito del tuo santo timore 
    potranno proclamare  la tua Parola. 

  • n. 21 del 27 gennaio 2019

    Nei tempi antichi, prima della nascita di Cristo,

    la parola di Dio era promulgata dai sacerdoti e tramandata dai profeti.

    Con la tua venuta, Signore, hai dato compimento alle scritture.

    Ora la parola con te si è fatta carne

    e Dio si è fatto uomo come noi.

    Finalmente possiamo vederti, toccarti,

    comunicare con te come tuoi pari.

    Così cambia il rapporto con le scritture, i precetti, le leggi.

    Non più concetti calati dall’alto,

    a volte imposti, difficili da comprendere.

  • n. 20 del 20 gennaio 2019

    Signore Gesù,

    affinchè la festa di nozze potesse continuare,

    tu hai trasformato l’acqua di purificazione in vino buono.

    Quel vino, che sara' il simbolo del sacrificio

    perché poi si trasformera' in sangue,

    è anche il simbolo della nostra salvezza

    e quindi anche della nostra gioia;

    la stessa gioia che dobbiamo portare quando andiamo alla messa,

    dove si rinnova la memoria dell'ultima cena.

    Guidaci Gesù nei nostri momenti di festa,

    aiutaci a trovare il giusto equilibrio,

    senza eccedere con il vino,

  • n. 19 del 13 gennaio 2019

    Padre, con consapevolezza ti rendiamo grazie per la tua benevolenza:

    hai donato al mondo Tuo Figlio Gesù per la salvezza di tutti

    per mezzo del Si della Vergine Maria.

    Oggi, nella festa del Battesimo del Signore,

    ci sentiamo chiamati a far memoria del giorno in cui

    Tu hai preso dimora in noi

    e a soffermarci al nostro Si all' amicizia con Lui,

    che nasce inconsapevole, fin da piccoli,

    ed è cresciuta giorno dopo giorno, accogliendolo nella nostra vita,

    grazie agli insegnamenti dei nostri genitori

  • n. 18 del 6 gennaio 2019

    Guardiamoci attorno.

    In questo mondo siamo tanti e siamo diversi.

    Ognuno ha in sè dei doni,

    dei talenti, delle capacità, delle possibilità.

    Dopo mille e più passi,

    i Magi hanno dato ciò che di più prezioso avevano al più piccolo,

    al nascosto, all'escluso.

    Signore, aiutaci ad essere come loro: ad offrire, ad accogliere.

    Continuamente ti ripresenti davanti a noi,

    dandoci occasioni per essere luce.

    Ricordaci di aprire la porta di casa con passione e non con lamentela,

    di reagire con scopo e non con rassegnazione,

  • n. 17 del 30 dicembre 2018

     

    Signore, ogni genitore si sente inadeguato

    di fronte a una vita che nasce.

    I figli sono e rimangono un mistero

    da  accompagnare e seguire,

    forse  si possono capire ma non sempre comprendere,

    perché appartengono a sé stessi.

    Quanti dubbi interrogativi, paura di sbagliare.

    Aiutaci e donaci o Signore

    la gioia di seguire l’esempio della Santa Famiglia,

    perché  rimaniamo forti e solidi nelle prove della vita.

    Aiutaci ad accettare quello che la vita ci offre

    imparando dalla Famiglia di Nazareth 

  • n. 16 del 23 dicembre 2018

    Benedetta colei che ha creduto”

    Ed eccoci qui, in attesa, con la nostra piccola fede.

    Manca poco a Natale, a questo evento che tanto aspettiamo

    e come Elisabetta guardiamo Maria ammirando la sua fede,

    la sua docilità, la generosità verso il progetto che Dio ha serbato per lei.

    Quel dono grande che ha scaturito in lei il magnificat.

     

    Maria vieni a visitare anche noi miseri peccatori,

    fa si che la tua voce faccia sussultare i nostri cuori

    e apra i nostri occhi al mondo.

    Trasmettici la forza e la volontà

  • n. 15 del 16 dicembre 2018

    "Chi ha 2 tuniche ne dia a chi non ne ha."

    Quante cose abbiamo in più, oltre le nostre necessità,

    e fatichiamo ugualmente a condividerle.

    Quanto benessere, quanta opulenza, quanta indifferenza verso l'Altro,

    volto di Dio, che ci tende la mano per uscire dalla miseria,

    dalla disperazione, dalla guerra, dal mare fisico e metaforico.

    Giovanni ci sprona alla conversione

    per prepararci alla venuta del Salvatore,

    ma non ci chiede cose irraggiungibili,

    ci chiede semplicemente di essere "giusti",

  • n. 14 del 9 dicembre 2018

    Santa Maria, vergine dell'attesa,
    donaci del tuo olio 
    perché le nostre lampade si spengono.

    Le riserve si sono consumate, 
    non ci mandare ad altri venditori.

    Santa Maria, vergine dell'attesa,
    donaci un'anima vigilare,

    facci capire che non basta accogliere: bisogna attendere.
    Accogliere talvolta è segno di rassegnazione.
    Attendere è sempre segno di speranza.

    Sentinella del mattino,
    ridestaci nel cuore
    la passione di giovani annunci da portare al mondo.

  • Pagine