• n. 36 del 10 maggio 2020

    Signore Tu dici: “Io sono la Via”, ma noi seguiamo altre strade,
    più facili forse, ma sbagliate, e alla fine ci sentiamo smarriti.
    Solo tu sei la strada vera,
    quella che ci porta verso un sogno grandioso mai sognato,
    la conquista per tutti di amore, comunione e libertà.
    Signore Tu dici: “Io sono la Verità”, ma noi abbiamo voluto possederla
    e rinchiuderla in formule e in aride dottrine.
    La Tua verità non è un macigno che pesa
    ma è la forza che fa fiorire la vita.

  • n. 35 del 3 maggio 2020

    Signore,
    Tu che vedi nel profondo del nostro cuore,
    non permettere che le tenebre ci opprimano e ci allontanino da Te.
    Aiutaci a crescere nella fede che ci hai donato fin dal battesimo.
    Una fede che dia senso alla nostra vita, certezza ai nostri dubbi,
    coraggio alle nostre paure.
    Signore, siamo tutte Tue pecorelle e Tu ci chiami per nome,
    perché ci conosci una per una.
    Ma noi, ascoltiamo la Tua voce e cerchiamo di camminare al Tuo fianco?
    Quante volte abbiamo smarrito la strada!

  • n. 34 del 26 aprile 2020

    Signore, siamo stanchi, è così difficile vivere in questo tempo.
    Che ne sarà di noi? Aspettiamo con il cuore pesante, incapaci di vederti.
    Sì, sei morto per noi, ma ora? Ci hai lasciati soli?
    Scalda il nostro cuore Signore,
    perché solo con gli occhi dell’amore riusciremo a vederti.
    Scopriremo che tu sei sempre con noi in questo cammino della vita,
    che ora ci sembra così assurda.
    Ci dici che cercandoti nella Parola ti troveremo
    e ci prometti che la nostra esistenza sarà meno faticosa.

  • n. 33 del 19 aprile 2020

    Signore Gesù,
    come Tommaso,
    la mia fede vuole sperimentare la tua presenza
    attraverso prove, segni, fatti straordinari.
    Vorrei far esperienza della Tua presenza attraverso i miei sensi,
    il tatto, l’udito, la vista,
    per eliminare ogni incertezza e ogni perplessità.
    Signore Gesù ti prego perché lo Spirito infonda in me
    una fede che resista alle prove e ai dubbi che la vita mi presenta,
    che cancelli i timori della tua assenza e che mi faccia
    ritrovare l’entusiasmo nel risentirti vicino,

  • n. 32 del 12 aprile 2020 Pasqua

    Com’è difficile Signore gioire, fare festa,
    senza poterci abbracciare e baciare
    o regalarci un sorriso, una stretta di mano,
    uno scambio di sguardi che dicono tutto ciò che hai nel cuore...
    in questo tempo di isolamento forzato
    ci mancano i gesti che dicono più delle parole
    E allora il pensiero va a te Gesù,
    in questi giorni ho pensato ai tuoi gesti
    ai sentimenti che anche Tu hai provato
    quando chiami e il tuo sguardo legge il cuore
    quando incontri e ascolti
    quando con pazienza ti siedi e insegni

  • n. 31 del 5 aprile 2020 delle Palme

    Giorno e notte ho gridato,
    Giorno e notte ti ho cercato,
    Ora guardami, soccorrimi,
    Nessuno più mi aiuta.
    Nella mia umiliazione,
    La mia immensa confusione,
    Chi con me si rattristasse
    Invano io cercai,
    Senza trovare...
    Io, straniero i miei fratelli,
    Pellegrino per mia madre,
    Ho guardato
    Ma non c'era chi potesse consolarmi...

  • n. 30 del 29 marzo 2020

    Padre dacci la forza per credere
    che sia vicino il giorno in cui sposterai il macigno,
    aprirai il sepolcro che ci isola da tutto e da tutti e saremo liberi.
    Fa che, nonostante viviamo chiusi in una grotta come Lazzaro,
    la tua Parola venga in nostro aiuto,
    perché il tuo amore è grande e sentirsi amati rende più forti.
    E’ per questo che ci hai mandato tuo figlio Gesù,
    Lui si sofferma, ci tende la mano,
    intercede per noi chiedendo il tuo aiuto,
    ma sta poi a noi afferrare l’occasione
    e credere nella Tua misericordia.

  • n. 29 del 22 marzo2020

    Gesù,
    aiutaci nei momenti di sconforto a vedere la tua luce
    perché come Tu dici “finché io sono nel mondo,
    sono la luce del mondo”.
    Insegnaci Signore, a vedere non solo quello che sta in superficie
    ma a scavare dentro di noi e dentro il nostro prossimo,
    cosicché possiamo vivere una vita più intensa.
    Nel cercare di abbandonarci ai tuoi insegnamenti e alle tue cure,
    fa Signore che mai come in questo momento,
    riusciamo come il cieco a vedere e riscoprire una nuova luce,
    rivedendo alcuni valori che nel tempo si sono assopiti.

  • n. 28 del 15 marzo 2020

    Signore, tu ci hai sempre dato il pane quotidiano:
    nella nostra povertà noi crediamo in te.

    Signore, tu ci hai sempre dato la forza di vivere:
    nella nostra debolezza noi speriamo in te.

    Signore, tu sei sempre stato amante fedele:
    in mezzo ai nostri tradimenti noi amiamo te.

    Signore, tu ci hai sempre custoditi dal maligno:
    nelle tentazioni e nelle prove noi invochiamo te.

    Signore, tu hai sempre rischiarato le nostre tenebre:
    nell’oscurità della nostra fede noi cerchiamo te.

  • n. 27 del 8 marzo 2020

    Dio nostro Padre,
    tu ci dici "Questo è il mio Figlio diletto, ascoltatelo!"
    Ma è davvero facile,
    dopo oltre duemila anni, comprendere e mettere
    in pratica la parola di Gesù? Non lo è affatto!
    Nella società odierna, in cui l'altruismo, l'onestà,
    la generosità sono stati soppiantati dall'arrivismo,
    dall'individualismo, dalla sopraffazione, quanto può essere
    comprensibile ed attuabile l'insegnamento di Gesù?
    Signore, aiutami ad essere migliore,
    a colmare le mie manchevolezze.
    Fa' che la tua Parola sia per me

  • Pagine