• n. 39 del 3 giugno 2018

    Tutti hanno bisogno di te, Cristo Gesù
    anche quelli che non lo sanno,
    e quelli che non lo sanno assai più di quelli che lo sanno.
    L’affamato si immagina di cercare il pane e ha fame di te;
    l’assetato crede di voler l’acqua e ha sete di te;
    il malato s’illude di agognare la salute e il suo male è l’assenza di te.
    Chi cerca la bellezza del mondo, cerca, senza accorgersene,
    te che sei la bellezza intera e perfetta;
    chi persegue nei pensieri la verità, desidera, senza volere,
    te che sei l’unica verità degna di essere saputa;

  • n. 38 del 27 maggio 2018

    Signore Gesù, è con profondo ringraziamento che oggi,
    celebrando la santissima Trinità,
    ci rivolgiamo a te per tutto ciò che ci hai donato,
    per tutti i fratelli e le sorelle che ci hai fatto incontrare,
    nella speranza che, guidati dallo Spirito Santo,
    siamo riusciti a proclamare la tua parola, tenendo vicino a te
    tutti coloro che hanno ricevuto il battesimo nel tuo nome.
    Il dono dello Spirito costituisca per  tutti noi,
    desiderio di evangelizzazione, proprio come hai comandato ai discepoli.

  • MARCO CE'

    IV ANNIVERSARIO DELLA MORTE DEL PATRIARCA MARCO

  • n. 37 del 20 maggio 2018

    Oggi è il giorno del compiersi della promessa, vero Gesù?                                                                                                                                                                                                                                         
    Lo vedi anche Tu, che non siamo in grado di fare ciò che ci chiedi,
    perciò, inviaci con forza lo Spirito Santo
    affinchè sceso su di noi, possa cambiare,
    rendere vivo, rinnovare il nostro cuore indurito.
    Come il fuoco: bruci le fatiche, il peso dell’esistenza

  • FESTA DI PRIMAVERA 2018

    Da venerdì 18 a domenica 20 maggio si è svolta la 27° edizione della Festa di Primavera, appuntamento molto atteso e apprezzato dal paese. Nei tre giorni molti sono stati gli appuntamenti e le proposte che hanno reso frizzante e divertente questa edizione. Il venerdì sera, dopo una buona grigliata, è sceso in campo il Gruppo del Venerdì con la nuova commedia “Anni verdi”, divertente e un po’ piccante situation comedy che si svolge in una casa per anziani. Non diremo di più, sperando che veniate numerosi alla prossima replica.

  • CRISTIANI IN IRAQ

    È stato un racconto semplice, come tra amici, quello che Don Giorgio Scatto e Cristina Santinon, della comunità di Marango, hanno voluto condividere con noi mercoledì 15 maggio, nella sala teatro della nostra parrocchia. Foto, cartine e anche qualche numero, per spiegare la situazione dei cristiani in Iraq, precisamente nel villaggio di Qaraqos, nella piana di Ninive, che sta vivendo ora una ricostruzione dopo lo sfollamento e i bombardamenti  per la liberazione dall’Isis.

  • n. 36 del 13 maggio 2018

    Andare in tutto il mondo a proclamare il Vangelo.
    Questo è il compito che mi hai dato prima di salire al Padre.
    Un compito non di poco conto, di grande responsabilità.
    Ma io non sono un grande oratore e
    non ho nemmeno i mezzi per andare in tutto il mondo.
    Ma forse ciò non è neanche quello vuoi Gesù.
    Ma allora come posso compiere
    questo compito che mi hai assegnato?
    L'unica cosa che posso fare è testimoniare il Vangelo,
    cioè il Tuo amore,
    con gesti, azioni, che lo rendano visibile agli altri,

  • Pellegrinaggio ad Assisi

    I RACCONTI DELL'ESPERIENZA VISSUTA

     

  • 50° Chiesa di San Benedetto

    RISONANZE DALL'INCONTRO CON ANDREA GRILLO

    Lo scorso lunedì 16 aprile si è svolto il terzo appuntamento del percorso sul 50° della dedicazione della Chiesa di San Bendetto, dal titolo "ALTARE O TAVOLA?". Il Liturgista Andrea Grillo, davanti ad una sala gremita, ci ha dato molti spunti di riflessione, partendo dal titolo che abbiamo voluto dare alla serata:

  • n. 35 del 6 maggio 2018

    Signore Gesù,
    dopo averci esortati la scorsa domenica,
    a rimanere in te come i tralci nella vite,
    oggi ci parli d'amore, di gioia e di pienezza,
    dicendoci che siamo tutti tuoi amici
    e che se rimaniamo nel tuo amore la nostra gioia sarà piena.
    Fa che noi genitori accogliamo e ci nutriamo
    del tuo amore e della gioia che riceviamo,
    per poterli poi trasmettere ai nostri figli,
    perchè anche loro possano fare altrettanto con gli altri,
    comprendendo che il tuo messaggio d'amore è universale,
    non esclude nessuno,

  • Pagine